La Scuola secondaria di primo grado paritaria “Maria Regina” dell’Istituto delle Suore Orsoline di San Girolamo in Somasca, fedele allo spirito delle sorelle Caterina e Giuditta Cittadini, fondatrici dell’Istituto:

  1. Si ispira ai valori cristiani;
  2. Opera secondo il Magistero e le direttive della Chiesa;
  3. Si pone come realtà di crescita culturale, umana, cristiana;
  4. Vive l’azione educativa come missione.

È una scuola attenta alla persona

  • Garantisce una autentica centralità dell’alunno come soggetto attivo di conoscenza;
  • Ha il massimo rispetto del soggetto, delle sue capacità, delle sue possibilità, dei suoi limiti;
  • Lo educa a scoprire e potenziare le sue capacità e costruire un’autonomia intellettuale-etico-sociale;
  • Lo accompagna nella costruzione della propria identità, capace di relazioni interpersonali leali e costruttive.

È una scuola aperta

  • Il servizio scolastico è aperto all’accoglienza, alla valorizzazione di ogni diversità, che sappia accettare le linee fondanti del Progetto Educativo e che si armonizzi con il cammino comunitario;
  • È attento ad ogni situazione umana, ad una apertura di pensiero e di cuore e crea le condizioni per un interscambio costruttivo delle diverse realtà.

È una scuola al servizio della società

  • Riconosce alla famiglia, in quanto nucleo fondamentale della società, il primato educativo, considerandola il primo e fondamentale ambiente di crescita globale della persona;
  • E’ aperta alle sollecitazioni del Magistero e alle direttive della Chiesa locale;
  • E’ attenta ai segni dei tempi;
  • Collabora con quanti lavorano per il progresso dell’uomo;
  • Opera come “lievito nella massa” e come fermento significativo di bene nelle famiglie e nella società;
  • Stimola la collaborazione con altre agenzie educative operanti sul territorio;
  • Considera essenziale la presenza attiva dei Genitori all’interno del percorso scolastico;
  • Promuove il valore della solidarietà sia al suo interno tra gli alunni e le famiglie sia verso altre realtà;
  • Accompagna la ricerca del senso della vita in una lettura degli eventi aperta alla speranza evangelica;
  • Educa ad una concezione della vita come servizio e dono;
  • Favorisce la maturazione di una personalità che sappia coniugare autonomia e libertà, senso critico e responsabilità, autocontrollo e collaborazione.