L’azione educativa della Scuola “Maria Regina” ha come obiettivo lo sviluppo armonico e progressivo dell’alunno, la formazione di una personalità matura e responsabile, impegnata nella consapevolezza delle proprie capacità e attitudini, in grado di assumersi responsabilità personali.

L’azione educativa si attua nell’attenzione a tre dimensioni.

1 . Dimensione personale

  • Aspetto psicofisico: stimolare l’autonomia, la capacità di organizzarsi dell’alunno in ordine allo spazio, al tempo, alle situazioni
  • Aspetto cognitivo: realizzare il progressivo sviluppo delle sue capacità di pensiero riflessivo e critico e il potenziamento della sua creatività.
  • Accompagnare “l’identità” della persona nell’esercizio delle capacità di comprendere, ricordare e applicare i principi alle varie situazioni, fino alla capacità di analisi, di sintesi e di valutazione.

2 . Dimensione sociale

  • Portare l’alunno a comprendere che “tutti i cittadini hanno pari dignità e sono uguali davanti alla legge senza distinzioni di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali” (art. 3 Costituzione Italiana)
  • Fornire criteri e strumenti per un inserimento attivo nel mondo delle relazioni interpersonali e comportamentali e renderle significative.

3. Dimensione etico/religiosa

  • Far cogliere la dimensione religiosa nella storia dell’umanità
  • Guidare alla ricerca del senso più profondo dell’esistenza umana e dell’accoglienza del messaggio di Cristo
  • Aiutare a riconoscere, rispettare ed apprezzare i valori religiosi ed etici nell’esistenza delle persone e nella storia dell’uomo.

Linea pedagogica

La linea pedagogica della proposta educativa della Scuola “Maria Regina” presta attenzione:

  • alla fase di ingresso, alle situazioni di difficoltà e di disagio dell’alunno
  • al rispetto delle fasi evolutive, della sua individualità e identità
  • allo sviluppo delle sue potenzialità
  • alle progressione dello sviluppo umano, alla valorizzazione delle competenze già acquisite dal soggetto.

Linee di metodo

  • Privilegiare l’educazione alla vita comunitaria
  • sviluppare le capacità di ascolto e di accoglienza di ogni persona senza pregiudizi
  • rispettare l’operatività dell’alunno
  • offrire all’alunno un ambiente ricco di valori educativi e culturali, nel quale si sente capito, amato ed aiutato a prepararsi alla vita attraverso un dialogo liberante
  • suscitare il gusto della ricerca e della conoscenza per un arricchimento personale e sociale attraverso lo sviluppo di capacità critica;
  • far maturare progressivamente e attraverso esperienze diverse la propria capacità di progettazione e verifica, di esplorazione, di riflessione e di studio individuale
  • stimolare le energie interiori dell’alunno per promuovere una produttiva riflessione su concrete situazioni della vita in particolare su quelle che riguardano i rapporti umani.